DARIO GIULIANO AKA JD, IL GIUSTO GROOVE PER MIXARE – SEGUI


Oggi intervistiamo Dario Giuliano Aka JD, tra i più amati della nostra Regione, Premio Facenight 2018 BEST DJ TECHNO/TECH HOUSE
Ecco cosa gli abbiamo chiesto:

Com’è iniziata la tua passione per la musica?

La mia passione per la musica è iniziata prestissimo, intorno ai 6/7 anni quando a casa mia è arrivato un super hi fi con piatto semiautomatico technics e casse artigianali. Da quel momento ho cominciato ad ascoltare di tutto, mi sono letteralmente innamorato della musica, ho suonato il basso elettrico durante l’adolescenza e poi, verso i 21 anni, sono passato all’elettronica.

Come definiresti il tuo genere?

Lo definirei techno ma sicuramente si tratta di una definizione riduttiva. Il mio range spazia dall’elettronica a sonoritá più housy, l’importante è che ci sia sempre il giusto Groove per mixare.

Quali sono i tuoi club preferiti?

Tra i miei club preferiti ci sono di sicuro il Berghein / Panorama Bar, Il Fabric, l’Amnesia, il Robert Jonson ma la lista potrebbe continuare.

I posti più cool del momento, secondo te?

I posti più cool del momento, beh forse andró contro corrente ma per me attualmente sono sicuramente i festival, piccoli o grandi, dove è possibile ascoltare diversi generi musicali, relazionarsi in modo diverso con le persone e soprattutto lasciarsi andare e sentire la capacità di connessione che solo la musica puó avere.

Dove ti piacerebbe esibirti?

Mi piacerebbe suonare in tanti posti, ma dopo aver visto le foto della Street Parade a Zurigo quest’estate penso che mettere un disco in quella situazione sarebbe il top per un Dj.