FFM: Comme des garçons per la fall-winter 2019/20


«Trovare la bellezza nell’oscurità» Rei Kawakubo esplora il lato notturno, underground e musicale. Tra metallo e pelle, zip e un make-up esagerato
Finding beauty in the dark». Poche parole arrivano dalla maison nipponica e subito fanno da cornice a quella sfilata dai tratti notturni e underground. «There is no light without dark».
Una conferma di quella ricerca della bellezza in luoghi non consueti che da sempre porta avanti Rei Kawakubo per la sua Comme des garçons.
La musica irrompe come un cardiopalma.
Un ritmo hard core fa vibrare la passerella notturna grazie alla performance live firmata Vowws. Incoronano quelle silhouette ribelli che stratificano le ossessioni. Per i black, con neri diversi nello stesso capo. Per il metallo di borchie e zip. Per i cristalli che alla fine non mancano. Con pantaloni di pelle intagliati che sembrano da rodeo o da club estremo. Tra collane che sembrano harness scultorei e le Nike Air Jordan customizzate. Tra mille buchi, trafori, calze a rete e un trucco esagerato. Giudizio. Il soffitto basso, la musica come uno schiaffo, le silhouette sofferte. Un respiro ansimante, claustrofobico. Che sembra ricordare ancora una volta come Rei Kawakubo sia in grado di andare oltre l’apparenza. Di come sappia muoversi nel buio.