blog

Allo “S’move Revolution” il pre-party Deependence


Secondo il filosofo tedesco Gotthold Ephraim Lessing: “L’attesa del piacere è essa stessa un piacere”. Va da sé che anche il pre-party che anticiperà la “Deependence Opening Winter season”, in calendario per sabato 4 novembre al Duel (Napoli), con guest i dj Ryan Elliott e Red Greg, sarà a dir poco sorprendente.
Ad ospitare un gustoso assaggio del grande evento in programma nel weekend, lo S’move Revolution (Premio Facenight 2017), nel cuore pulsante della zona dei “baretti” di Chiaja, che giovedì 2 novembre, a partire dalle 23, farà da cornice a una serata tutta da ballare ad ingresso libero.
A fare da fil rouge tra i due eventi firmati Deependence, il dj e produttore Stemi al secolo Stefano Minturnino, fondatore del programma radiofonico “Solchi & Puntine” on air su Radio Umr, che suonerà ad entrambi i party.
Un’occasione da non perdere, dunque, anche quella di giovedì sera, per scambiarsi opinioni, stringere nuove amicizie e cominciare ad assaporare la magìa che sabato sera incanterà tutti gli ospiti del Duel. Un appuntamento superatteso che vedrà tra i protagonisti in console, lo statunitense Ryan Elliott, uno dei principali esponenti del clubbing internazionale col suo sound crudo e minimale. Elliott si è avvicinato all’arte del djing relativamente tardi ispirato da Jeff Mills, Richie Hawtin e Robert Hood, ha pubblicato con etichette del calibro di Ostgut Ton e Spectral Sound e preso parte ai principali festival di musica elettronica. Inoltre è dj resident del noto Panorama Bar di Berlino.
Coprotagonista del party al Duel, Darren Griffiths aka Red Greg dal Regno Unito, uno dei dj internazionali più apprezzati tra gli amanti di disco & soul, starring di date da sold out in Europa, Australia e nel resto del mondo, grande collezionista di dischi da sempre, nonché dj preferito di Floating Points col quale ha suonato spesso ai party “You’re a melody”.