Cassy ritorna in deependence, ascolta la top five


È uno dei grandi ritorni di Deependence, in programma sabato 26 agosto all’Arenile di Bagnoli.
E uno dei nomi più importanti sulla scena techno internazionale. Cassy, dj austro-inglese di fama mondiale, sarà affiancata da Mind/the/gap, aka Pako s & Genny g, reduci dal loro tour estivo che li vedrà esibirsi da protagonisti nei migliori party e festival di tutto lo stivale con varie tappe anche in Europa, tra cui Ibiza,Croazia,Inghilterra.

Cassy vive la techno con anima, calore, eleganza e un tocco di mistero.
Nata in Inghilterra e cresciuta in Austria, con il padre originario delle Barbados, ha assorbito diverse culture. Da ragazza fu influenzata dall’incontro con musicisti, tra i quali Sun Ra, Archie Shepp e Lester Bowie, con cui organizzò addirittura un festival jazz.
Cresce ascoltando i dischi dei genitori, Chaka Khan e Sade, insieme a una selezione eclettica tra cui gli Spandau Ballet, Madness, Sarah Vaughan, Talking Heads, The Cure, Ella Fitzgerald e Louis Armstrong. Nell’adolescenza studia canto e impara a suonare diversi strumenti musicali ma la sua attrazione principale era la chitarra.
Nei primi anni ’90 inizia a svilupparsi a Vienna la scena techno e Cassy inizia a frequentare diversi club, conosce Kruder & Dorfmeister, scopre Gilles Peterson e la sua influente label “Talking Loud”. A vent’anni si trasferisce a Londra per frequentare una scuola di recitazione.
Il suo ritorno a Vienna avviene direttamente nella scena musicale: la sua prima esibizione fu al Flex di Vienna sia con Electric Indigo, che con Acid Maria e Miss Kittin che divennero poi i suoi maestri.

Canta sulla sua prima release discografica con Elin aka Audiorepeat “Music takes me Higer” e per Zombie Nation. Tramite Miss Kittin, Cassy si trasferisce a Ginevra dove incontra Luciano, Quenum e Sonja Moonear. Nel 2003 si trasferisce a Berlino dove la scena underground è fiorente e, nel 2004 apre il Panorama Bar e uno dei party era di Luciano con Cadenza, Cassy diventa così la dj resident. Per 3 anni ha suonato una volta al mese e ha firmato la prima compilation del Panorama Bar. Da qui le numerose uscite discografiche con Perlon, Ostgut Ton, Uzuri, Beatstreet e Playhouse la compiation Fabric 71.

Nel 2010 lascia Berlino per trasferirsi a Parigi dove conosce quello che inizierà a essere il suo migliore amico: D’Julz e diventa resident del Rex Club, successivamente si trasferisce ad Amsertam diventando resident del Trouw. Dopo aver iniziato come resident nella terrazza dell’Amnesia con Cocoon Ibiza, si sposta al Circoloco l’anno seguente dove ancora oggi è resident.
Infine, nel 2016 pubblica il suo ALBUM di debutto da solista.

1 – Alexandra 2006

2 – Soul Savior 2007

3 – A Poem for you 2008

4 – Yayah 2010

5 – Back 2016